CREPE NEI MURI
Come affrontare il problema.

 pubblicato il29/12/2016 18:02:50 sezione News
CREPE NEI MURI
Come affrontare il problema.

Le crepe nei muri possono apparire anche nelle strutture più solide, poiché ci vuole poco perché gli effetti delle intemperie o dell’ umidità creino inestetismi o un effetto trascurato all’immobile.
Il calcestruzzo si consuma e si sgretola soprattutto nei punti di congiunzione tra muro e infissi come porte o finestre, dove le fessure scomode possono aggravarsi fino ad essere un vero e proprio portone aperto a spifferi, insetti e ulteriore umidità.

Ecco perché è necessaria la manutenzione ordinaria in generale, ma capiamo anche che non sempre è possibile agire in tempo su alcune strutture, soprattutto quelle più antiche. Interventi di tutti i tipi possono essere effettuati per recuperare la situazione.

Quando il problema è poco grave, basta provvedere con pochi passaggi di manutenzione:

-Inumidire con un pennellino lo stucco sulle zone “calde”, cioè le parti sgretolate, fessurate, sia sul perimetro che nell’interno.
-Applicare dello stucco con una spatola direttamente sulle aree rovinate e lasciare che si asciughi qualche minuto.
-Lisciare poi la superficie lavorata con il pennellino in modo che non si noti più nulla.
-Passare il colore di vernice desiderato per rendere il tutto omogeneo.

In alcuni casi più gravi, non basta il semplice intervento di manutenzione perché il problema troppo a lungo trascurato peggiora richiedendo un vero e proprio lavoro di riparazione.

Le crepe nei muri non sono da trascurare perché potrebbero essere il segnale di un problema più profondo legato alla struttura dell’intero immobile. La formazione delle crepe può infatti dipendere sia da effetti di assestamento regolare della casa che da problemi di stabilità dell’edificio. Inoltre, va capito se le crepe sono presenti su elementi della struttura portante o meno.
Una cosa importante da tenere in mente è che, prima di pensare al recupero delle crepe, bisogna monitorarne la pericolosità e la tipologia in modo da capire come risolvere il problema facendo analizzare il quadro fessurativo da un tecnico.
Per risolvere il problema bisogna svolgere le seguenti mansioni:
-Per cominciare, la fessura andrà allargata con una mazzetta o uno scalpello in modo da eliminare qualsiasi residuo o scheggia. Bisogna sempre lavorare su superfici completamente pulite perché la riparazione sia efficace al 100%.
-Si dovrà proseguire con la preparazione di un impasto che andrà a riempire il nuovo foro e dovrà essere composto da una miscela di cemento, sabbia e calce, spesso già pronte all’uso nei negozi specializzati.
-Preparata la miscela, si potrà iniziare a chiudere le fessure con una cazzuola.

Esistono altri metodi rapidi e indolori per la riempitura di crepe e fessure, come la schiuma di poliuretano che per di più ha un leggero effetto di coibentazione.
La rifinitura della superficie lavorata va eseguita per bene in modo da nascondere ogni traccia dell’intervento.

VEDI ANCHE