MANUTENZIONE E PULIZIA DEL TETTO
Come agire.

 pubblicato il08/03/2017 17:27:42 sezione News
MANUTENZIONE E PULIZIA DEL TETTO
Come agire.

La copertura è un elemento molto importante della casa, ci protegge dalle intemperie, dunque è fondamentale eseguire regolarmente manutenzione e pulizia del tetto. Allo stesso modo in cui dedichiamo tempo alla pulizia in casa di pavimenti, porte e finestre dobbiamo dedicarne anche al tetto, se vogliamo farlo durare più a lungo possibile. La pulizia del tetto va eseguita almeno una volta l’anno in maniera seria, per evitare di danneggiarlo. A volte una giusta manutenzione del tetto può far evitare addirittura delle rotture, come quella delle tegole. Un buon periodo per svolgere questo lavoro potrebbe essere inizio dicembre, poiché le foglie sono tutte cadute dagli alberi ed è possibile rimuoverle, qualora queste stiano ostruendo i canali delle grondaie.

La pulizia del tetto non è difficile e potete occuparvene voi stessi, a condizione che lavoriate in totale sicurezza. Qualora non vi sentiate sicuri, chiamate un esperto, che utilizzerà la linea vita. Si tratta di un sistema anticaduta, un dispositivo di ancoraggio a cui si agganciano gli operatori tramite imbracatura e corde. Ma potrete fare la pulizia del tetto voi stessi se il tetto è piano o poco inclinato.

Uno dei problemi che generalmente si presenta sul tetto è che si formino delle macchie e che le tegole si ricoprano di muschio. Questo tipo di pulizia del tetto si può effettuare in due modi:
-Manualmente.
-Con l’idropulitrice.
Nel primo caso si utilizzano solo una spazzola dura e acqua. Occorre sfregare forte con la spazzola sulle macchie e sul muschio. Successivamente risciacquare con acqua calda dall’alto al basso, solo dopo aver rimosso i residui però, per non fare intasare le grondaie. Il secondo modo di effettuare questa pulizia invece è con l’aiuto dell’idropulitrice, con il getto dall’alto al basso del tetto. Il getto non deve essere troppo forte perché può erodere le tegole e renderle poi più ricettive allo sporco, dunque occorre prestare molta attenzione alla forza dell’acqua. Se ci sono degli alberi nelle vicinanze dell’abitazione, sarebbe bene togliere gli eventuali rami che sovrastano il tetto, poiché sono una delle maggiori cause di intasamento delle grondaie.

A questo punto si può passare alla pulizia delle grondaie, che va effettuata almeno una volta l’anno. Bisogna rimuovere le foglie e ogni altro detrito. Questa operazione è importante per far si che la grondaia non s’intasi. Dopo aver gettato via le foglie, si deve buttare dell’acqua per togliere tutti i residui e successivamente occuparsi della pulizia dei filtri.
Nel momento in cui si decide di fare la pulizia del tetto, è bene approfittare per controllare le condizioni della copertura. Se si dovessero riscontrare perdite, rotture, formazione di muffa per infiltrazioni d’acqua bisogna intervenire subito per poi verificare se è il caso di riparare o rifare completamente il tetto o semplicemente cambiare le grondaie. E’ inoltre molto importante controllare la pendenza delle grondaie, qualora sia cambiata è bene intervenire immediatamente con la sostituzione o con il riposizionamento di quelle installate.

VEDI ANCHE