PARETI IN MATTONE FACCIA VISTA
Da elemento strutturale a variante estetica.

 pubblicato il24/04/2017 15:35:06 sezione News
PARETI IN MATTONE FACCIA VISTA
Da elemento strutturale a variante estetica.

L’uso del mattone come materiale per realizzare manufatti nel settore edilizio risale alla notte dei tempi. Non è mai stato abbandonato del tutto adattandosi in qualche modo a usi e costumi legati ad esigenze pratiche ed estetiche del luogo e del periodo.

Grazie alle tecniche di lavorazione sempre più affinate le pareti in mattoni hanno rappresentato nel corso dei secoli una soluzione valida, ecologica ed economica per la realizzazione di varie tipologie di strutture.

Oggi si preferiscono materiali e tecniche costruttive che diano maggiori garanzie in termini di tenuta strutturale ed efficienza energetica, per cui le pareti in mattone, in laterizio o altri composti, sono soprattutto realizzate per tamponare o per rifinire strutture in altri materiali.

A questo proposito si sfruttano alcune caratteristiche intrinseche dei mattoni realizzati in laterizio, quali soprattutto la capacità di mantenere un buon isolamento sia termico che acustico oltre che impedire la formazione di muffe.

L’utilizzo delle pareti ventilate, inoltre, ha ridato ancora più dignità estetica ai mattoni, che hanno il vantaggio non indifferente di non necessitare di ulteriori rivestimenti, purché si utilizzino materiali idonei per la loro fabbricazione.

Una soluzione estetica molto apprezzata negli ultimi anni è quella che prevede una o più pareti interne realizzate o anche solo rivestite in mattoni lasciati a facciavista e non mi riferisco semplicemente a tavernette o locali simili.

La finitura superficiale è poi quella che determina in maniera più definita l’effetto finale che si vuole dare a tutto l’ambiente, per cui tonalità rossicce creano atmosfere più calde, mentre tonalità tendenti al grigio creano atmosfere più del tipo industrial chic, ad esempio. Tra questi due estremi esistono variabili infinite per rispondere ad ogni esigenza di gusto.

Tra le aziende produttrici di rivestimenti di questo tipo l'azienda Italpietra, è una di quelle giovani ma con tanta esperienza nel settore.

Il prodotto in catalogo si chiama Mattone Rustico ed è disponibile nel tipico colore rossiccio in varie sfumature, dal rosso acceso al marrone, impresse alla terra durante il processo di cottura.

Le superfici realizzate con questa collezione sono piane ma ruvide, con tutte le imperfezioni del prodotto fatto a mano o smussato negli angoli per effetto degli agenti atmosferici o del passare del tempo.

Mattone Rustico riprende forma e dimensioni del mattone romano classico: in rosso riprende il colore dell’argilla cotta, mentre nella versione bianca, Mattone Ricostruito con spessore 1,5 cm, ne è una rivisitazione in chiave moderna. Le dimensioni di Mattone Rustico sono di 24,5 x 5,5 cm, con uno spessore di 2,5 cm che è costante per tutti i pezzi.

Mattone Rustico è utilizzabile sia all’esterno che all’interno poiché è certificato per rispondere a tutti i requisiti richiesti per assicurare la giusta protezione e la corretta coibentazione termica e acustica.

Quando sono utilizzati per l’esterno, i mattoni possono essere realizzati anche con forme e forature particolari, come accade nel caso dei frangisole, elementi che creano ombreggiature in zone particolarmente esposte, oppure nelle pareti ventilate.

Anche qui i mattoni devono avere caratteristiche intrinseche di qualità, per impedire che gli agenti atmosferici ma anche solo la luce solare vadano a inficiare la resa estetica della superficie variandone le cromie.

Altra caratteristica innovativa è la realizzazione di una battentatura perimetrale del pannello stesso in modo tale da garantire continuità superficiale dell’isolamento anche nei giunti, evitando la formazione di ponti termici.

Lo spessore del polistirene espanso può essere, a scelta, di misure da 3 a 12 cm, con grande libertà per ogni esigenza di isolamento a cappotto sia all’interno che all’esterno.

La posa in opera è semplice e veloce e questo contribuisce ad un notevole risparmio delle spese di cantiere. Ogni pannello ha la forma con incastro a pettine con inserite delle rondelle di ancoraggio che ne permettono un fissaggio semplice alla parete, basta poi semplicemente riempire le fughe.
Il peso ridotto del pannello contribuisce alla messa in opera facile e a regola d’arte.

Anche i parapetti esterni possono essere realizzati con mattoni lasciati facciavista e seguono le stesse regole di finitura e protezione superficiale esterna delle facciate, anche se la loro funzione è diversa.

In ogni caso bisognerà tenere presente che potrebbero subire seri danni dall’azione degli agenti atmosferici, primi fra tutti la pioggia e il gelo. La certificazione di materiale antigelo, infatti, è una delle più importanti che deve accompagnare l’articolo scelto.

Un altro accorgimento importante riguarda invece la realizzazione del parapetto in relazione a come viene impostata la pendenza della pavimentazione per evitare ristagni di acqua piovana che andrebbero a causare eventuali fenomeni di assorbimento e conseguente risalita capillare.

Una pendenza verso il parapetto indica la necessità, in fase di posa del rivestimento del pavimento, di prolungare la guaina di impermeabilizzazione anche sulla parte inferiore del muretto, completando il tutto con l’applicazione di una scossalina.

A proteggere invece in parte le pareti del parapetto basterà sistemare sulla sommità un elemento in materiale a scelta, piano e sporgente da entrambi i lati, per evitare che l’acqua piovana vada a colpire direttamente le pareti.

Per evitare che l’acqua, gocciolando lungo questi elementi, raggiunga lo stesso le pareti, sarà opportuno realizzare delle scanalature al di sotto delle sporgenze.

Anche il giunto di malta tra i mattoni avrà delle caratteristiche precise: non oltre 1 cm di spessore per assicurare la facilità di realizzazione e una tenuta della struttura all’azione delle intemperie. Per inibire ristagni di acqua non dovrà essere sporgente bensì a filo o, preferibilmente, a gola.



VEDI ANCHE